musicboom_testata
musicboom_testata
musicboom_testata

scheda
boomletter
La newsletter di Musicboom. Scrivici il tuo indirizzo email e riceverai le ultime notizie sul mondo della musica direttamente nella tua casella di posta!
spacer
Indirizzo email:

Cover Info Tracklist Link
Cover
Artista: Pastor - Schiaffini - Dini - Rotella
Titolo: Uncrying Sky
Label: Silta Records
Anno: 2007
Nazione: Italia
Genere: free jazz
01. Profile of Peaks
02. Bright Pavement
03. Tropea
04. Partisans
05. Tramp
06. All Is To Happen
07. Siena
08. Fine Grains of Sand
spacer
Articoli riguardanti Pastor - Schiaffini - Dini - Rotella
spacer
Silta Records
spacer
Giancarlo Schiaffini
spacer
Stefano Pastor
spacer

spacer
recensione
Recensione pubblicata il 16 09 2007
Questa recensione è stata letta 15 volte

Cielo che non piange
di
Cosimo Parisi

Ancora un quartetto con trombone (da Stefano Calcagno a Giancarlo Schiaffini) e con la sezione ritmica (Giorgio Dini al contrabbasso e Daviano Rotella alla batteria) per il violinista genovese Stefano Pastor, ormai confermatosi una delle voci più interessanti dell´avanguardia jazz contemporanea.
Il disco è di quelli importanti e l´impasto della voce di Schiaffini, sempre presente in sottofondo con urla, gemiti, arcaismi, richieste di ascolto e pause, e del violino è di quelle che lasciano il segno, alla faccia dell´indifferenza con cui combatte il genere che fanno. Basta ascoltare l´iniziale "Profile of Peaks", per rendersene conto: la loro musica improvvisata funziona, l´interazione funziona, funziona proprio tutto senza scopiazzare altrove: la lezione dei maestri finalmente compresa nella loro essenza ed il sapere fare un uso sapiente della libertà predicata fin dagli anni `60 da chi il free lo ha vissuto.
Inoltre è da rimarcare il bell´istinto poetico di Pastor, autore di liriche che all´eleganza della linea uniscono la forza dell´espressione e che intendono svegliare dall´apatia il lettore/ascoltatore. Momenti pacati e distesi si alternano ad espressività e calore esecutivo (pensiamo al bell´assolo di contrabbasso di Giorgio Dini su "Tramp"), un modo del gruppo di differenziare fra un brano e l´altro. Proprio nell´atipicità del tessuto timbrico si trova la migliore qualità del gruppo, che sa sfruttare bene i colori a disposizione, con un batterista, Daviano Rotella, che ben trasporta in questo contesto le ricerche dei suoi colleghi, mettendosi in luce per la sensibilità (l´assolo su "Tropea" ne è, fra l´altro, una riprova) con cui partecipa al progetto.
La particolare empatia del progetto si svolge tra istinto e controllo, fra libertà e struttura, senza sfilacciare la trama che da un brano all´altro passa per quest´incisione. Un lavoro che fin da adesso si pone fra le cose migliori dell´avanguardia jazz italiana.

Voti:
Il voto del redattore Il voto dei lettori
(voto: 4/5)
Conferma per il violinista genovese
senza voto
Questo disco è stato votato da 0 lettori
Interattività:

Cosa aspetti a diventare un utente registrato?

Queste funzioni sono abilitate soltanto per gli utenti registrati. Si possono votare i dischi ed esprimere opinioni sugli artisti, sulle loro opere e su quanto scritto nelle recensioni o negli articoli. Gli utenti registrati hanno inoltre accesso a molte altre funzioni personalizzate sul sito. Basta un minuto, registrati e fai sentire la tua voce.



 
designed by Worldeditionsbusiness.com powered by 123 - DHD.com