HOME
LEZIONI
ARTICOLI
ARTISTI
RECENSIONI
COMUNICATI
IO C'ERO
EVENTI
ANNUNCI
FORUM
INDIRIZZI
NEWSLETTER
IAJE
CERCA
SARANNO FAMOSI
JUST FRIENDS
SONDAGGIO
MAILING LIST
QUELLA SERA CON
DISEGNI e FOTO
http://www.jazzitalia.net/Contatti.asp


SR0401

Giorgio Dini - Carlo Actis Dato
Out!

1) Torero
2) Out!
3) Gaspacho d'estate
4) Boulevard
5) Oley!
6) Bosphorus
7) Hanabi
8) Pato Pato
9) Luna Piena

Giorgio Dini
basso
Carlo Actis Dato
sax tenore e baritono
, clarinetto basso

Negli anni Carlo Actis Dato ci ha abituato alle sorprese. Musicista piuttosto inquieto, così come dovrebbe essere ogni artista che si ritenga aperto alla sperimentazione, da trent'anni a questa parte ha suonato con ogni tipo di formazione immaginabile, dando vita ad una massiccia (e eterogenea) produzione discografica.

Questo ultimo Out! lo vede co-protagonista di un duo; duo piuttosto insolito, in quanto il sax, tenore e baritono, e il clarinetto basso sono supportati soltanto da un basso, quello del valido Giorgio Dini.

Suonare in duo permette maggiore libertà nell'espressione artistica, anche perché, come sottolinea Giancarlo Schiaffini nelle note introduttive dell'album, in quel contesto il musicista può esprimersi in piena spontaneità, dal momento che il suo ruolo non è circoscritto al compito tipico del proprio strumento.

L'intro di Out? È un omaggio a Ornette Coleman, a cui questa musica deve molto.

Bosphorus è un lamento in pieno stile free, in cui il sax di Actis Dato echeggia come una sirena di una nave, sviluppandosi su un'orientaleggiante cornice sonora creata dall'archetto del contrabbasso.

Il basso di Dini non si limita ad accompagnare e sostenere l'irruento (e a volte incontenibile) virtuosismo di Actis Dato, ma inventa, offre spunti per l'improvvisazione, dando il meglio quando si abbandona a lenti riff altalenanti.

Musica coraggiosa questa, lontana anni luce dalle facili e onnipresenti tentazioni commerciali.
Francesco Ughi per Jazzitalia

 
TRANSLATION:

Along the years, we have got accustomed to the surprises by Carlo Actis Dato. Restless musician, as every musician open to experiment is supposed to be, since thirty years has played in every possible band, bringing to life a strong (and varied) discography.

On this last Out! he is co-protagonist of a unusual duo: tenor and baritone sax, bass clarinet are supported by a bass only, played by valuable Giorgio Dini.

Playing in duo allows more freedom in the artistic expression, also because, as Giancarlo Schiaffini is writing in the booklet notes, in that way the musician can perform with absolute spontaneity as long as his role is not ruled by the typical task of his instrument.

The intro in Out? is a dedication to Ornette Coleman, to whom this music ows a lot.

Bosphorus is a lament in true free style, in which the saxophone of Actis Dato resounds as a ship's siren, developing on a oriental frame created by the double bass bow.

The bass of Dini is not limited to accompany and support the vehement virtuosity of Actis Dato, but invents, offers hints for the improvisation making his best when plays slow swinging riffs.

This is brave music, very far from the easy and omnipresent commercial temptations.

Francesco Ughi for Jazzitalia