.: indietro
Sei in: Coolclub.it :. Recensioni :. Recensione Disco: La scomparsa di Majorana
Siete in 17 - In tutto 770172 dal 18/12/02
14/03/2007

Segnala questa pagina ad un amico

Ascolta il ns. jingle

 

© 2002 coolclub.it
created by ediweb

 

Recensioni :. Dischi

Cerca nelle recensioni

Nella categoria per parole chiavi: o per ordine alfabetico:

Luca Lo Bianco

La scomparsa di Majorana

Silta Records

Spesso, si dice, la musica ha un intento narrativo. Talvolta, invece, si ispira a un testo già scritto. Talaltra, sono le parole a essere plasmate dalla musica. Ma raramente si giunge a una tale compenetrazione fra suoni e trama, fra l’impianto armonico e il racconto. L’idea di Luca Lo Bianco si può sintetizzare nell’espressione "teatro musicale", ma affronta la difficoltà supplementare di essere compressa in un disco, di non avere a disposizione una scenografia, un palco e delle quinte per sostanziarsi. Ebbene, nonostante tutto, La scomparsa di Majorana è un cd che catalizza completamente l’attenzione, che si impone a tutte le facoltà cognitive, e pretende di essere ascoltato. Perché ha tutto: una struttura musicale avvincente, fatta di jazz ma anche di sequenze elettroniche e di fioriture vocali; un testo (recitato, perlopiù) che avvince e cattura, costruito intorno all’omonimo libro di Leonardo Sciascia; un’indiscutibile originalità. E perdipiù si innesta su un caso - quello di Ettore Majorana - che si colloca tra i più delicati (quindi meno pecorecci) misteri italiani. Il disco ha anche il merito di riscoprire tale caso, di raccontarlo in pochi tocci ma con chiarezza, e di interpretarlo con gran classe.

Teatro musicale / *****

Gianpaolo Chiriacò

07/03/2007

__

Commenti presenti: 0

Aggiungi un commento

Inserire nel campo di verifica la data odierna

Nome:

E-mail:

Commento:

campo di verifica:
inserisci la data odierna